Comprare twitter follower: come, dove e perchè

Pubblicato in Conversazioni il 22 maggio 2014

In molti vi diranno che non si deve fare, che è sbagliato e che non porta ad alcun risultato, ma fatto sta che l’acquisto di follower Twitter è un’attività piuttosto in salute in grado di generare un fiorente commercio. Personalmente propendo per la libertà di pensiero; lasciamo che sia il mercato a decidere se vale la pena o no di comprare follower. Nel frattempo. vi indichiamo come, quando e perché l’acquisto di ammiratori tarocchi può rivelarsi strategicamente utile.

Prima di iniziare però è doverosa la precisazione non fatelo a casa; se non siete assolutamente sicuri di quello che state facendo (leggi: avete un background in social media marketing) il rischio è quello di fare pasticci e compromettere il proprio account o danneggiare l’immagine aziendale in modo grave. Ci sono degli esperti che vengono pagati per curare la strategia social, un motivo in fondo ci sarà. Come si dice, uomo avvisato..

Perché comprare follower?

Ci sono almeno due buoni motivi per comprare follower di Twitter. Il primo ha a che fare con l’immagine aziendale (o personale), il secondo è un hack che consente di superare alcune limitazioni imposte dal social network in questione.

Qualcuno avrà già sentito parlare di profezia che si autoadempie. Le persone utilizzano i segnali sociali per giudicare l’affidabilità di una persona o azienda; ma a loro vota queste persone contribuiscono ad aumentarne la popolarità, creando un circolo virtuoso. Se il nostro account possederà migliaia di follower, il nostro profilo sarà considerato popolare, e nuovi follower saranno per questo motivati a seguirci ed ascoltarci. Al contrario, un account con qualche decina di follower potrebbe destare sospetti sulla reale entità dell’azienda o sulla sua capacità di restare aggiornata con le nuove tecnologie.

La seconda questione riguarda il limite di 2000 following che Twitter impone a chi non possiede abbastanza follower. In parole povere, non potete seguire più di 2000 persone se non avere abbastanza follower. Questo limite è antipatico, perché seguire un grande numero di persone è un modo molto veloce di attirare l’attenzione di persone che, se vorranno, potranno a loro volta seguirci. Va da se che comprare qualche migliaio di follower aggiuntivi ci consente di eliminare il limite e cliccare segui su tonnellate di nuovi potenziali corrispondenti.

Dove e come comprarli?

Acquistare un servizio che, per pochi dollari, promette di aumentare i follower è molto semplice. Meno semplice è capire se i metodi utilizzati sono leciti, e se l’account rischia, oggi o in futuro, di essere bloccato. Le principali alternative, dunque, sono due:

  • Fare una ricerca so Google ed acquistare un pacchetto per 20,30, 50 dollari
  • Rivolgersi ad un’agenzia specializzata in social media marketing e sviluppare una crescita organica dell’account

La prima scelta è la più economica; ma offre anche rischi maggiori. La seconda è senza dubbio più costosa, ma a conti fatti, consente di sviluppare l’immagine sui social in modo organico, sicuro e relativamente veloce. A voi la scelta.

Le alternative intelligenti

Scrivo intelligenti per un motivo molto semplice. Il fatto che, fino ad oggi, Twitter non abbia istituito controlli più rigidi sulle attività dei profili non significa che questo non possa verificarsi in futuro. In fondo, Google fa lo stesso, da molti anni, con il suo motore di ricerca. L’utilizzo di tecniche controverse possiede, e sempre possederà, una fisiologica componente di rischio che deve essere accettato.

Ma come accennato le alternative esistono. Partecipare attivamente alle discussioni, magari utilizzando hashtag per agganciarsi ai temi più popolari, è un’inizio. E’ poi possible utilizzare le menzioni, retweet preferiti per attirare l’attenzione di persone che desideriamo divengano nostri follower, e naturalmente il consiglio è di spulciare tra following e follower dei vostri concorrenti per cercare di carpire qualche account interessante. Se il tempo è tiranno, l’utilizzo di strumenti di automazione per l’invio del twelcome (il messaggio di benvenuto destinato a chi ha iniziato a seguirci), magari invitando a seguire un secondo account, può rivelarsi un toccasana, così come il collegamento automatico con Facebook e Pinterest che centralizza del messaggio in tutti i social network. Restano infine sempre attuali gli account seguimi che ti seguo ai quali ci si può iscrivere per ottenere, in cambio, l’iscrizione reciproca; alcuni di questi account sono anche disposti a retwittare i nostri tweet in cambio di menzioni.

Naturalmente, esistono molti altri segreti e tecniche per acquisire follower di valore (leggi: non tarocchi e che possono costituire contatti interessanti), ma queste fanno capo a specialisti che difficilmente vi riveleranno i loro segreti professionali. Se sei curioso, possiamo parlarne, davanti ad un caffè.

A proposito, ci segui già su twitter vero?

La newsletter
per chi e' un passo avanti

Consigli, strategie ed informazioni riservate
per surclassare la concorrenza


iscrivimi

Accetto la privacy policy

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest

vicolo Campana 3, Treviso - homepage - Contatti